Kardashian chi può: tour del “monastero minimal” da 60 milioni di dollari

Ieri sera tra una curiosità e l’altra mi è capitato di guardare l’intervista di Vogue a Kim Kardashian che ci degna finalmente del suo Home Tour dopo la (pare) disapprovazione del marito.

Tra lanci di prodotti cosmetici e stramberie, la combriccola Kardashian/Jenner è sempre sul podio delle celebrities: sembra che tra un selfie e una punturina, tra allenamenti estenuanti e vestiti attillati, queste “imprenditrici” dalle curve esagerate non ne sbaglino una.

Nel presentarla, chiama la sua casa “monastero minimal” e già questo ha catturato la mia attenzione, allora mi son detta “adesso mi metto a screenshottare tutti i millimetri quadri di ‘sta benedetta casa”.

Ma vediamo nel dettaglio.

ENTRATA: direte “embè? non c’è niente!”.
Ma è proprio questo il punto! Ti aspetti di tutto da una che produce soldi col battito di ciglia, e invece… la pace, il silenzio, il bianco.

Si procede poi lungo un corridoio in cui ci sono due grandi vasi antichi per poi trovarsi direttamente in camera da letto dove troviamo la famigliola felice (ma sarà poi così? Sai che fatica avere una vita normale!)

Troviamo poi una stanza con queste delle immense vetrate da cui è possibile ammirare la vegetazione (l’accoppiata minimal/white/plants è il massimo).

Si prosegue con un’enorme living room che ospita un divano, un tavolino e un pianoforte che le dice di aver provato a suonare senza risultati.

Infine ci porta nella cucina open space: anche qui, colori chiari e un tocco di verde.

Proseguendo un divano e un tavolo dove si siede per dare una controllatina al cellulare; d’altronde di mangiare non se ne parla, visto i sacrifici che dice di fare per rimanere in forma!

Promossa o bocciata?

Lasciate un commento e fatemi sapere!

You may also like